L’Antenna

ANTENNAL

Online troverete il seccondo numero della rivista L’Antenna curata daGiuseppe Nibali, tutto il Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna e alcuni collaboratori esterni.

WWW.LANTENNA.FR/

L’ANTENNA © 2014 TUTTI I DIRITTI RISERVATI.

la riv

LA COLLABORATRICE MARTINA CAMPI È UNA RIVOLUZIONARIA DELL’ERA DELL’AQUARIO, PER CUI I VALORI/MEZZI CHE MUOVONO SONO AMORE, PASSIONE, ONESTÀ DI UN’EVOLUZIONE LIBERA DA SPECULAZIONE E VIOLENZA. PER QUESTO È ESEMPIO NEL QUOTIDIANO (NON AMA ESSERE DEFINITA, MA SEMBRA SIA VEGANA), NONOSTANTE OGNI INCOERENZA. SUPERA LA SENSAZIONE CHE CIÒ POSSA RENDERE VULNERABILI, ED È NOTA PER L’USO DI TALE VULNERABILITÀ COME LO SPECCHIO CHE PROVOCA LA SPINTA AL CAMBIAMENTO. MALGRADO TALVOLTA S’INFIAMMI DI RABBIA, SENTE COMPITO IMPRESCINDIBILE RESTARE SCOMODAMENTE ONESTA CON SE STESSA E SERBARE LA FIDUCIA. VOCI DICHIARANO CHE NELLA SUA CITTÀ NATALE FOSSE UNA BORGHESE, ESTEROFILA, LETTRICE DI SOLI CLASSICI, ISOLATA E RIFIUTATA DA TUTTI, MA QUI È DA SEMPRE LA RIVOLUZIONARIA SU PIÙ FRONTI. LO SCONTRO PRINCIPALE SU CUI LA COGLIERANNO QUESTE ANTENNE, RIGUARDA IL RAPPORTO FRA POESIA E CANTAUTORATO ITALIANO: INCREDULITÀ E SDEGNO PER DISCOGRAFIA, RADIO, DISTRIBUZIONE DI CERTO TIPO DI MUSICA SONO SOLO LA MICCIA. (HTTP://WWW.LANTENNA.FR/#!/REDAZIONE)

LA RIVOLUZIONARIA 01 – MARZO 2014

PERCHÉ ALLA BELLA ETÀ DI 35 ANNI MI TROVO CON UN MEGAFONO IN MANO, A DISCUTERE CON UN CARABINIERE FIN TROPPO GENTILE, CHE TUTTAVIA INTIMA DI DISPERDERCI SUBITO COME FOSSIMO DEI BLACK BLOCK O DOVRÀ FARCI UNA MULTA E, NEL NOSTRO PERSISTERE A RESTARE, PORTARCI TUTTI IN CENTRALE, RADIO COMPRESA, VE LO DIRÒ UN’ALTRA VOLTA. ALCUNI DI NOI SE NE VANNO IN SILENZIO.CODARDI. PENSO. MA LA RADIO POSTA DAVANTI AL MEGASTORE IN UNA GARA DI DECIBEL MI SPARA ADDOSSO LA VOCE DI FINARDI COME A FARLO APPOSTA “MA LA FORZA DELL’AMORE NON SI FERMERÀ” E MI RENDO CONTO CHE LA RABBIA CHE SENTIVO ERA IN REALTÀ INDIRIZZATA VERSO IL CARABINIERE, LO STORE CHE TRASMETTEVA L’ULTIMO VINCITORE DI UN TALENT PER I SUOI 15 MINUTI DI GLORIA (ERO TRISTE PURE PER LUI) E LA MUSICA-PRODOTTO USA E GETTA. I METODI DI DISTRIBUZIONE, L’ACCONDISCENDENZA DELLE RADIO, IL MAINSTREEM MUSICALE ITALIANO.  AVEVO COMINCIATO LA MIA LOTTA PER LA MUSICA COME ARTE, PALADINA DEI VERI CANATAUTORI ITALIANI, PADRI E FIGLI, CON LA MUSICA RIBELLE. COSA HA A CHE FARE TUTTO CIÒ CON LA POESIA? PRESTO SAPRETE TUTTO. E, SE AVRETE ABBASTANZA CORAGGIO, ALLA FINE NE SAPRETE ANCHE TROPPO.

http://www.lantenna.fr/#!/home

L’ANTENNA © 2014 TUTTI I DIRITTI RISERVATI.

LA RIVOLUZIONARIA 02 – APRILE 2014 – 

e fini’ con un fiume d’inchiostro*

IL VENERDÌ FUMMO SOPRAFFATTI NEI PREPARATIVI DA UN OSCURRAMENTO IMPROVVISO DEL CIELO. A TOCCARSI C’ERA DA PRENDERE LA SCOSSA. LA DOMENICA GLI AGNELLI BELAVANO NEL LORO RECINTINO IMPROVVISATO IN PIAZZA SAN PIETRO. CHI LO AVESSE VOLUTO SULLA PROPRIA TAVOLA, L’AGNELLO AVREBBE DOVUTO PRENDERSELO BELANTE E MACELLARESELO DA SOLO, LÌ, AL CUORE SUO, GLI OCCHI DI TUTTI “COS’ALTRO VOLETE DA QUESTE VITE*”. DISTRIBUIVAMO ACCETTE E RICETTE, DOVE LA MORTE NON ERA PREVISTA. DA TUTTE LE TELEVISIONI IMMAGINI DEL PAPA. ANCHE VOLENDO, NON SI RIUSCIVA A CAMBIARE CANALE. C’ERA UN GRAN TRAMBUSTO NEGLI SCHERMI, COME DEI DISTURBI. ALL’IMPROVVISO, CON SUA SORPRESA, LA VOCE DEL PAPA CAMBIÒ, NON SEGUIVA NEPPURE IL LABIALE: “CONTERANNO LE MIE TENEREZZE,/ SARÒ IO, DOPO LA MORTE, IN PRIMAVERA,/A VINCERE LA SCOMMESSA, NELLA FURIA/DEL MIO AMORE PER L’ACQUA SANTA AL SOLE**”. TUTTE LE TELEVSIONI SI ANDARONO IN MILLE PEZZI, MENTRE COME DA UNA TENDA, SOLLEVATA DA UN UOMO CON GLI OCCHIALI, LA BANDANA E UN POLSINO DA TENNISTA, UN PASSO DOPO L’ALTRO SBUCAVA FUORI PIER PAOLO PASOLINI, SOTTO GLI SGUARDI SGOMENTI DEI CREDENTI E DI TUTTI. C’ERA CHI RESTAVA IPNOTIZZATO, CHI SCAPPAVA DI QUA E DI LA, CHI IMPROVVISAVA COMIZI: “QUANDO UNA TROUPE INVADERÀ LE STRADE/ DI STANOTTE, SARÀ UNA NUOVA EPOCA./PERCIÒ: GODITI ANCHE QUESTO DOLORE./ L’IDEA DI FARE UN FILM SUL TUO SUICIDIO,/TUONA NEI MILLENNI”…(LE PAROLE OGNI TANTO SI PERDEVANO NEL CAOS GENERALE) … “IL PROTAGONISTA È MACELLATO**” , CHI GRIDAVA INDICANDO COL DITO L’ANTENNA, GUARDATE L’ANTENNA! MA NON TUTTI QUELLI CHE ALZARONO GLI OCCHI LA VIDERO E SI TRAMUTARONO IN AGNELLI SPERDUTI PER LE STRADE. INTANTO OGNI PASOLINI USCITO DALLA TELEVISIONE AVANZAVA A BRACCIA APERTE, LEGGERO COME PIUMA.

*De André
** Pier Peolo Pasolini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...